Storia

Il pavimento artistico trova le sue origini storiche nelle decorazioni pavimentali in Grecia. In epoche successive i romani la sfruttarono per realizzare gli splendidi pavimenti in mosaico.

Tramandata per secoli, fu accolta e perfezionata dalle maestranze delle comunità del Friuli e del Veneto.

Il Terrazzo battuto alla Veneziana ha raggiunto il suo massimo sviluppo e splendore nella città di Venezia (da cui l’origine del nome), dove nel 1586 sorse “l’Arte dei Terrazzieri”, la prima Confraternita a redigere un proprio statuto che regolamentava le metodologie costruttive.

Originariamente era costituito da frammenti di cotto mescolato a calce, successivamente vennero inseriti pezzi di marmo per renderlo più apprezzabile esteticamente e anche resistente al tempo.

Questo pavimento ha subito numerose e continue evoluzioni nel corso dei secoli, adattandosi ai gusti di ogni epoca.

Da Venezia il Terrazzo alla Veneziana è stato esportato in tutto il mondo testimoniando ancor oggi, con la sua presenza nei palazzi più importanti, la qualità superiore di un manufatto tipicamente veneto.

Oggi il Pavimento alla Veneziana (definito in modi diversi come Terrazzo battuto, seminato di graniglia, mosaico irregolare, ecc.) è un’opera d’arte, parte dell’architettura antica e moderna e scrive la storia contemporanea dei nostri giorni.

Contattaci per un preventivo o un sopralluogo gratuito!